Chi sono

E-mail Stampa PDF

Nuovamente benvenuto, benvenuta in questo sito.

Io sono Erika Valdebenito, nata a Santiago del Cile.

Con la mia famiglia fino agli anni 80, abbiamo vissuto in un posto fuori città, avvolto dalle montagne… ricordo la mia infanzia piena di giochi e avventure, tanti amici e grandi sogni ad occhi aperti…

La natura ha sempre avuto un posto importante nella mia vita, e crescendo mi sono accorta che, anche in mezzo alla città, la natura la possiamo vivere dentro di noi… e così, nei miei anni di cittadina, spesso viaggiavo con la mia fantasia e mi piazzavo di fronte alla casa dove ho vissuto la mia infanzia… là dove quasi tutti i giorni, vedevo volare il condor o le aquile, e mi immaginavo a volare insieme a loro, girovagando nei cieli alla ricerca della libertà…

Durante la mia adolescenza, mi ero innamorata di Dio e volevo a tutti i costi diventare la sua sposa... ci ho provato, ma alla fine mi hanno fatto scoprire che quella non era la mia strada.

Poi, nei miei anni di studente, per qualche ragione, mi sono scollegata da Dio, cominciai a chiedermi se nella vita ci fosse qualcosa per la quale valesse davvero la pena di vivere, se ci fosse un ideale che potesse colmare i vuoti e la solitudine di mille vite… era entrata nella mia vita e, senza chiedermi il permesso, una lunga e dura crisi esistenziale.

Furono anni nei quali viaggiai su un treno che ogni tanto mi permetteva di intravedere qualche panorama diverso e allora, di corsa scendevo, mi avvicinavo, ma niente, era stato soltanto un abbaglio… così, tornavo a salire, ero certa che prima o poi avrei trovato delle risposte soddisfacenti…

Durante questo viaggio, che sembrava senza fine, spesso tornavo alla ricerca disperata di libertà, quella cosa che permette di decidere, di pensare, di esprimerci e di agire senza costrizioni... quella libertà che mi sembrava di vedere negli altri e che non riuscivo a prendermene un pò per me...

Così per anni, due sole domande riecheggiavano dentro di me: Chi sono? Cosa faccio qui?

La risposta cominciò a prendere forma a inizio degli anni ‘90… quando cominciai una ricerca diversa, una ricerca ampia, dove poteva starci il mondo… avevo capito che per fare una scelta, dovevo sapere un po’ di tutto, conoscere un po’ di tutto… così cominciai a leggere, comprendere e vedere che l’universo è immensamente generoso e che metteva a mia disposizione una serie di opportunità… io avevo il libero arbitrio, pertanto ero libera di fare le mie scelte, bastava utilizzare la mia innata saggezza.

Fu allora, ma non so in quale preciso momento, che mi resi conto che la libertà che cercavo era la base del mio cammino ed era un qualcosa di più grande, di più totalitario di quella libertà che pensavo di aver perso... la libertà che io cercavo la si trova soltanto quando scopriamo noi stessi e ci amiamo, perdoniamo e accettiamo così come siamo: esserei meravigliosi.

La LIBERTA', quella vera, è dentro di noi... quando l'ho capito, sono diventata davvero libera, libera di fare, ma soprattutto libera di amare.